Panettone arancia e uvetta

PANETTONE ARANCIA E UVETTA

Panettone arancia e uvetta una grandissima soddisfazione per me che l’ho preparato in casa, ma anche per la mia famiglia che è impazzita assaggiandolo. Ha davvero un sapore meraviglioso ed è tutto naturale, senza aggiunta di conservanti, enzimi e altro per renderlo più gradevole e per prolungare la conservazione.

Devo ringraziare per la ricetta la mia collega blogger Manuela del Blog Home Made    che ha condiviso nell’evento Vuoi cucinare con noi? su Facebook.

Dovete assolutamente provare anche voi a fare il panettone  arancia e uvetta. Non occorre che abbiate una planetaria o altro per impastare, io l’ho fatto a mano ed è riuscito benissimo; sono in preparazione altri anche con gocce di cioccolato invece dell’uvetta.

Per preparare questo dolce natalizio occorre solo avere pazienza, perchè la lievitazione è lunga però credetemi ne vale la pena.

Ho iniziato a preparare il primo impasto alle 10:00 e ho infornato il panettone il giorno dopo, lasciando l’ultimo impasto nel frigo tutta la notte (comunque se riponete il panettone in un luogo fresco della casa, potete anche non metterlo in frigo, stando attenti che non lieviti troppo, altrimenti vi toccherà infornarlo durante la notte)

Ma vediamo cosa occorre.

INGREDIENTI PER UNO STAMPO DA 750 G

  • 500 g di farina manitoba
  • 35 g di lievito madre secco
  • 80 ml di latte tiepido
  • acqua quanto basta
  • 140 g di zucchero
  • 100 g di burro molto morbido
  • 2 uova grandi dal peso di 120 g
  • 5 g di sale
  • 60 g di uvetta grande
  • la buccia grattugiata di un’arancia
  • arancia candita a vostro piacere

PER LA FARCITURA:

  • 60 g di mandorle pelate
  • 60 g di zucchero a velo
  • qualche mandorla con la pelle
  • granella di zucchero q.b.

Passiamo alla lavorazione e preparazione della ricetta dolci di Natale

PANETTONE ARANCIA E UVETTA

PRIMO IMPASTO

Utilizziamo queste dosi degli ingredienti elencati

  •  35 g di lievito secco
  • 80 g di latte tiepido
  • 40 g di farina manitoba

Sciogliamo il lievito nel latte, con l’aiuto di un cucchiaio, versiamoci la farina e impastiamo. Lasciamo riposare il composto per 2 ore coperto con la pellicola e in luogo caldo.

1

 

SECONDO IMPASTO DOPO DUE ORE:

Utilizziamo le dosi degli ingredienti elencati.

  • 130 ml di acqua tiepida
  • 100 g di farina manitoba

Uniamo questi ingredienti al primo impasto e impastiamo bene, copriamo sempre con la pellicola e lasciamo lievitare per 2 ore.

2

 

TERZO IMPASTO DOPO DUE ORE

Utilizziamo le dosi degli ingredienti elencati.

  • 100 g di farina manitoba
  • 20 g di zucchero
  • 20 g di burro ammorbidito

Riprendiamo il nostro impasto e uniamoci solo la farina e lo zucchero; impastiamo bene. Aggiungiamo poi il burro e facciamolo assorbire del tutto. Ricopriamo il composto con la pellicola e lasciamo lievitare per 4 ore.

3

 

QUARTO E ULTIMO IMPASTO DOPO 4 ORE

Utilizziamo le dosi degli ingredienti elencati.

  • 210 g di farina manitoba
  • 2 uova per un peso complessivo di 120 g
  • 120 g di zucchero
  • 80 g di burro morbidissimo
  • 5 g di sale
  • la buccia grattugiata di un’arancia
  • 60 g di uvetta
  • arancia candita a piacere

Aggiungiamo all’impasto precedente la farina mischiata con  lo zucchero poco alla volta e impastiamo, poi la scorza d’arancia, il sale e le uova; impastiamo fino al loro completo assorbimento. Aggiungiamo a questo punto il burro poco per volta e impastiamo per almeno 20 minuti; dovrà risultare un composto liscio morbido ed elastico.

4

Quando sarà pronto l’impasto aggiungiamoci l’uvetta e i canditi (potete anche frullarli se volete).

Impastare bene fino a che l’uvetta sia del tutto amalgamata, formiamo una palla (se è molto appiccicoso, ungetevi le mani e sarà più facile modellarlo) e lasciamo lievitare, sempre coperto, per altre 2 ore (oppure in frigo o luogo fresco per l’intera notte).

 

5

Trascorso il tempo, se abbiamo messo il nostro impasto nel frigo, lasciamolo fuori dal frigo per almeno un’ora prima di proseguire.

Se invece sono trascorse le due ore di lievitazioni fuori dal frigo riprendiamo il nostro impasto e poggiamolo su un piano infarinato, dandogli delle pieghe, cioè portando un lato verso il centro e così anche con l’altro lato.

Formiamo una palla e posizioniamolo nello stampo di carta, dove dovrà restare fino ad arrivare a circa 2 dita dal bordo dello stampo.

6

Non preoccupatevi se occorrerà tempo, magari ponetelo in forno spento con la sola luce accesa.

Quando il nostro panettone arancia e uvetta sarà lievitato abbastanza, prepariamo la decorazione farcitura.

Frulliamo le mandorle spellate e lo zucchero a velo, fino ad ottenere una farina, aggiungiamo 1 albume e frulliamo ancora, fino a che non si ottiene una crema.

Con un cucchiaio ricopriamo panettone con la glassa, aggiungiamo qualche mandorla intera con la pelle e della granella di zucchero.

7

Mettiamo in forno preriscaldato a 170 ° il panettone arancia e uvetta per 50/60 minuti.

Controlliamo la cottura con uno stecchino lungo, quelli da spiedino, soprattutto al centro.

Una volta pronto, togliamolo dal forno e lasciamolo completamente raffreddare.

Sarebbe meglio mangiarlo dopo 1 giorno, richiudiamolo nella pellicola e poniamolo in un luogo asciutto.

Ecco come è all’interno.

8

Potrebbe essere un’idea regalo, non credete?

Panettone arancia e uvetta

Panettone arancia e uvetta

Load More
Something is wrong. Response takes too long or there is JS error. Press Ctrl+Shift+J or Cmd+Shift+J on a Mac.

 

Cucina Casareccia

About Cucina Casareccia

Mamma blogger che ama cucinare per la sua famiglia e ama condividere le sue ricette supercollaudate

Ciao! Ti va di lasciarmi un commento per farmi sapere se ti è piaciuta?