Panigacci di Podenzana

Panigacci di Podenzana

Podenzana è un piccolo comune tra la Liguria e la Toscana, dove si preparano dei veri e propri tesori della tradizione culinaria della Lunigiana, i Panigacci.

Queste focaccine sono semplicissime da preparare, una veloce pastella di farina e acqua, con un po’ di sale e senza lievito, la cui caratteristica è la loro cottura.

Essa avviene tramite i testi, delle terrine di terracotta fatti a mano da un piccolo laboratorio locale che li realizza con l’argilla estratta da un monte nelle vicinanze di Podenzana.

Purtroppo non sono riuscita a ordinarli perchè le consegne sono ferme causa Covid-19.

Peccato perchè avrei anche il camino per poterle cuocere!

Però non mi sono arresa e la voglia di condividerli mi ha fatto trovare una soluzione, un po’ spartana (mi perdoneranno i Podenzanini ;)) ma rimedierò appena ad Agosto mi recherò a Gaggio dove ci sarà una sagra dedicata a queste focaccine.

Famosi sono i panigacci al pesto, presto sul mio blog; in questo caso le focaccine dopo cotte nei testi vengono bolliti e conditi con il pesto.

Questo credo sia dovuto alla vicinanza della Liguria, quindi incontro tra due tradizioni culinarie!!! Fantastico!

Di solito i panigacci si servono ancora tiepidi, piegati a metà e farciti con salumi e formaggi molli.

In alcuni ristoranti della Lunigiana esiste la variante dolce: si servono a fine pasto con della cioccolata spalmabile.

Ma andiamo insieme a preparare i

LE FOCACCINE SENZA UOVA DI PODENZANA


INGREDIENTI PER CIRCA 9 PANIGACCI

200 g di farina 00

260 ml di acqua

4 g di sale fino


Passiamo alla preparazione della ricetta

Panigacci della Lunigiana


In una ciotola inserire la farina, il sale e aggiungere poi l’acqua.

Con una frusta a mano mescolare fino ad amalgamare bene gli ingredienti.

Dovrà risultare una pastella densa; siccome la farina va secondo il tempo atmosferico se occorre aggiungere ancora un po’ di acqua.

Panigacci di Podenzana
Panigacci di Podenzana

Siccome non si hanno a disposizione i testi, scaldare sul fuoco una padella antiaderente.

Ora andranno cotti uno per volta, cosa che con i testi non avviene, perchè si fanno riscaldare al fuoco, poi ogni testo si ricopre di pastella e sopra si aggiunge ancora un testo bollente e si prosegue così.

Ma ecco come ho risolto in parte il problema, perchè i panigacci devono essere sottili e leggermente croccanti, quindi occorre un peso che li schiacci come fosse un testo.

Ho utilizzato un batticarne, si così li ho schiacciati.

Ho versato nella padella bollentissima circa 40 g di pastella, ruotando leggermente gli ho dato una forma più tonda possibile.

Dopo 10 secondi ho rigirato la focaccina e ho appoggiato il batticarne, schiacciando leggermente.

Panigacci di Podenzana
Panigacci di Podenzana
Panigacci di Podenzana
Panigacci di Podenzana

Ho ripetuto l’operazione di rigirare e schiacciare più volte fino a che non fosse risultata una focaccina un po’ croccante.

Cosa importante, man mano che sono pronti non poggiarli uno sopra l’altro, perchè si appiccicherebbero tra loro. Meglio poggiarli su carta da forno e rigirarli di tanto in tanto, perchè non si attacchino anche sulla carta durante il raffreddamento.

Poco prima di servire si possono riscaldare in forno oppure nel tostapane e farcirli come più piace.

Vi aspetto sulla mia pagina Facebook e sul mio profilo Instagram

Ringrazio per questo articolo il sito https://visitlunigiana.it/i-panigacci-di-podenzana/

Panigacci di Podenzana

Ciao! Ti va di lasciarmi un commento per farmi sapere se ti è piaciuta?