Rivolti di Chiusure farciti ricetta senese - Cucina Casareccia

Rivolti di Chiusure farciti ricetta senese

Rivolti di Chiusure farciti ricetta senese

Chiusure è un borgo in provincia di Siena, un piccolo borgo caratterizzato da un meraviglioso colore rosso mattone e dal quale è possibile ammirare delle bellissime vedute sulle Crete Senesi.

Le Crete Senesi sono delle zone caratterizzate dalla presenza di argilla nel terreno al quale dona un colore grigio azzurra, quasi da definirsi paesaggio lunare.

Il borgo di Chiusure è famoso per i carciofi, il tartufo, ma anche per i rivolti.

I rivolti, anche detti gli antenati delle crepes, nascono come dolce povero, molto povero: solo acqua e farina; lo zucchero per i contadini era una ricchezza. Se c’era si aggiungeva l’uovo, altrimenti si ometteva.

Poi man mano c’è stata l’evoluzione, inserendo il latte al posto dell’acqua e addirittura farciti con prosciutto e formaggio per la versione salata; confettura o crema spalmabile per la versione dolce.


Ma vediamo cosa occorre per

Rivolti di Chiusure farciti ricetta senese

INGREDIENTI PER CIRCA 10 RIVOLTI

Per i rivolti:

150 g di farina 0

1 uovo intero

300 ml di acqua

sugna q.b.

3 g di sale fino

Per la farcitura:

220 g di ricotta fresca

120 di barbabietola rossa lessata

2 g di sale

1 g di noce moscata

1 g di pepe nero macinato

3 g di erba cipollina

30 g di nocciole sgusciate


Passiamo alla preparazione della ricetta antipasti

RIVOLTI DI CHIUSURE FARCITI RICETTA SENESE


Preparare prima i rivolti.

In una ciotola inserire la farina e l’uovo; iniziare ad impastare e poi aggiungere l’acqua e il sale.

Dovrà risultare una pastella piuttosto liquida che si lascerà riposare per un’ora.

Dopo un’ora ecco come risulterà la pastella che dovrà essere rimescolata delicatamente, nuovamente.

Scaldare al fuoco una padella antiaderente, tipo una crepiera, spennellarla con un po’ di sugna;

quando sarà ben calda versarci un mezzo mestolo di pastella.

La grandezza dei miei rivolti è di 20 cm, quindi ho versato ogni volta mezzo mestolo di pastella.

Se si preferiscono di diversa grandezza versare più impasto sulla crepiera.

Lasciar cuocere fino a che si formino delle bollicine, poi rigirare i rivolti.

A cottura ultimata poggiare i rivolti su un piatto.

Preparare ora la farcitura.

Naturalmente la farcitura può essere personalizzata; questa l’ho preparata con quello che avevo in frigo 😉

Ho frullato la barbabietola assieme alla ricotta al sale, al pepe e alla noce moscata.

Dopo averla frullata unirci l’erba cipollina a pezzetti.

A parte tritare grossolanamente le nocciole; io l’ho fatto con una bottiglia 😀

Con l’aiuto di un cucchiaio spalmare ogni rivolto con la crema di ricotta e barbabietola; cospargere con un po’ di trito di nocciole e avvolgere su se stesso il rivolto.

Una volta pronti tutti servirli in tavola

Si possono anche preparare in anticipo, solo che con questa farcitura acquisteranno un colore rosa acceso 😀

Segui la mia pagina Facebook e il mio profilo Instagram

Questa ricetta è parte del libro Cucina Toscana ricette e salute che mi è stato donato dall’ARS TOSCANA (Agenzia regionale di sanità) nella persona del Dott. Fabio Voller.

Cucina Casareccia

Sono Maria Rosaria a cui piace chiacchierare soprattutto in cucina di cucina, raccontare di cibo e di come è importante prepararlo in casa per avere sempre ricette gustose e sane. Se non lo si può preparare in casa allora occorre comprare con consapevolezza e leggere l'etichetta con esattezza!

Articoli consigliati

Ciao! Ti va di lasciarmi un commento per farmi sapere se ti è piaciuta?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Leggi articolo precedente:
Petto di anatra all'arancia
Petto di anatra all’arancia

Petto di anatra all'arancia

Chiudi

Il box degli articoli precedenti è realizzato con upPrev plugin.