Sanguinaccio di Carnevale napoletano - Cucina Casareccia

Sanguinaccio di Carnevale napoletano

Sanguinaccio di Carnevale napoletano

Ormai tutti conoscono mia zia Lina, colei che mi fornisce di tutte le sue bontà!

E non poteva certo mancare la ricetta del sanguinaccio napoletano con amido di mais, di famiglia che si prepara a Carnevale.

Dire che è eccezionale è poco, cremoso, profumato…una vera goduria; se poi si intingono le chiacchiere è strabiliante!

Quelle che sono pubblicate sul blog è sempre una ricetta di mia zia, garantita al 100%

La ricetta del sanguinaccio prevede l’utilizzo dei canditi, ma in famiglia a pochi piacciono, quindi si possono anche non inserire, ma il colore che donano alla crema merita un piccolo sforzo; si possono sempre scartare se dovessero capitare sul cucchiaino!

Naturalmente questa non è la ricetta originale, perchè manca il sangue di maiale, che ora però non si può più utilizzare e menomale aggiungo.

L’ho assaggiato quando ero piccola ed è un’esperienza che non vorrei più ripetere.

Ho scoperto addirittura che in Toscana preparavano il sanguinaccio semplicemente aggiungendo un po’ di sale al sangue di maiale per non farlo rapprendere e a cucchiaiate friggerlo e creare delle frittelle.

Ingredienti e preparazione del Sanguinaccio di Carnevale napoletano

per 8/10 persone:

  • 1 litro di latte intero
  • 80 g di amido di mais
  • 500 g di zucchero semolato
  • 200 g di cacao amaro in polvere
  • 200 g di cioccolato fondente
  • 100 g di burro
  • 1 bustina di vaniglia
  • 2 g di cannella in polvere
  • 100 g di canditi
  • 100 g di gocce di cioccolato o cioccolato a pezzetti

Ecco come preparare il sanguinaccio

Direttamente nella pentola inserire lo zucchero, il cacao e l’amido di mais.

Mescolando lentamente con una frusta, aggiungere il latte e mettere al fuoco.

Sanguinaccio di Carnevale  napoletano
Sanguinaccio di Carnevale  napoletano
Sanguinaccio di Carnevale  napoletano

Posto sul fuoco unire il burro a pezzi e il cioccolato fondente sempre a pezzi.

Mescolare spesso fino a quando il burro e il cioccolato non saranno completamente sciolti.

Sanguinaccio di Carnevale  napoletano
Sanguinaccio di Carnevale  napoletano

Abbassare la fiamma e mescolando spesso portare ad ebollizione; se necessario spostare su una fiamma ancora più debole e continuando a far bollire e mescolare, far rassodare fino a che non scenderà a nastro.

Occorreranno dai 7 ai 10 minuti, mescolando sempre con una frusta.

Sanguinaccio di Carnevale  napoletano
Sanguinaccio di Carnevale  napoletano

Unire poi la cannella e la vanillina e mescolare ancora.

Ricoprire con la carta oleata facendola aderire bene alla superficie del sanguinaccio.

Lasciare così fino a che non sia raffreddato completamente.

Sanguinaccio di Carnevale  napoletano
Sanguinaccio di Carnevale  napoletano

Prima di servire aggiungere il cioccolato a pezzi e i canditi, mescolare.

Per il mio gusto lo preferisco a temperatura ambiente, ma se si preferisce si può riscaldare nel microonde, ma non troppo altrimenti ci si scotterà la lingua.

Seguimi sulla mia pagina Facebook e sul mio profilo Instagram per le dirette.

Sanguinaccio di Carnevale  napoletano
Sanguinaccio di Carnevale napoletano
 

Aziende a cui mi sono rivolta per realizzare il Sanguinaccio napoletano

Per questa ricetta occorre utilizzare dei prodotti di qualità ed ecco a chi mi sono rivolta per:

  • il cioccolato fondente

all’Azienda ICAM cioccolatieri da 1946 portavoce in tutto il mondo dell’eccellenza italiana nell’arte cioccolatiera.

  • i canditi

all’Azienda Pistì una giovane azienda gestita da giovani imprenditori tutta italiana.

Cucina Casareccia

Sono Maria Rosaria a cui piace chiacchierare soprattutto in cucina di cucina, raccontare di cibo e di come è importante prepararlo in casa per avere sempre ricette gustose e sane. Se non lo si può preparare in casa allora occorre comprare con consapevolezza e leggere l'etichetta con esattezza!

Articoli consigliati

Ciao! Ti va di lasciarmi un commento per farmi sapere se ti è piaciuta?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: