Supplì di capriolo

Supplì di capriolo

Ho pensato a questa ricetta dopo che sono stata invitata a partecipare al contest “Supplitiamo” organizzato da Risate & Risotti, dove chiedevano di preparare un supplì particolare e che al meglio rappresentasse la propria regione.

Ora io abito in Toscana, ma tranquilli non ho dimenticato la Campania, mia regione di origine 😉

Ho utilizzato il capriolo che mi ha regalato la mia amica Antonella, ho utilizzato olio toscano del frantoio vicino casa mia, insomma tutti prodotti locali, per meglio esprimere la toscanità della ricetta.

Di solito i supplì hanno una forma a cono, ma siccome non mi riesce, preferisco farli a forma tonda, come gli arancini; sono dell’idea che se una cosa non posso farla al meglio, meglio non farla 😉

Ma ecco cosa occorre per preparare i

Supplì al capriolo


INGREDIENTI PER 30 SUPPLI’

Per il risotto:

1,2 kg di sugo di capriolo come da ricetta sul blog

600 g di riso Carnaroli

150 ml di vin Santo

1 litro di brodo vegetale

sale fino q.b.

Per la panatura e rifinitura:

5 uova intere

500 g di pangrattato

100 g di caprino

curcuma q.b.

olio di arachide per friggere


Passiamo alla preparazione della ricetta antipasti

Suppli’ di capriolo


Naturalmente occorre preparare per prima il sugo al capriolo come da ricetta che si trova sul mio blog.

Sugo di capriolo
Sugo di capriolo

Quando sarà pronto, tritarlo un po’ grossolanamente, qualche pezzettino intero è simpatico ritrovarselo nel supplì.

Inserirlo in una capiente pentola e quando inizierà il bollore, unirvi il riso.

Mescolare e dopo circa 7 minuti irrorare con il Vin Santo.

Lasciar sfumare per circa 6/7 minuti e versare nel riso il brodo.

Lasciar cuocere per 15/17 minuti con coperchio, mescolando di tanto in tanto.

Una volta pronto, prima di togliere dal fuoco, assaggiare se è buono di sale; se occorre aggiungerlo.

Farlo raffreddare completamente, meglio magari prepararlo la sera prima; così ho fatto io 😉


A questo punto passare a preparare i supplì.

Creare una linea con tutto quello che ci occorre, proprio come un ristorante 😉

Quindi il pangrattato, le uova sbattute con l’aggiunta della curcuma, il caprino a pezzi che dovranno essere 30.

Prendere 80 g di risotto, posizionare al centro un pezzo di caprino e richiudere, formando una palla.

Passare la palla di riso prima nel pangrattato, poi nell’uovo e poi nuovamente nel pangrattato, schiacciando bene con le mani per meglio far aderire la panatura.

Proseguire così fino ad esaurimento del riso.

Ora porli in frigo per almeno 30 minuti.

Ed ora è arrivato il momento di friggere.

In una padella dai bordi alti versare l’olio, da considerare che dopo 15 supplì sarà necessario cambiare l’olio.

Io preferisco un pentolino dove posso inserire lo stesso quantitativo di olio che verserei in una padella larga, ma che essendo alta e di circonferenza più piccola, mi fa immergere completamente i supplì nell’olio.

Quando sarà caldo, ma non bollente, immergere pochi supplì alla volta.

Quando saranno biondi, dopo circa 3/4 minuti, toglierli dall’olio e poggiare i supplì su carta assorbente.

Serviti caldi sono troppo buoni, ma li ho mangiati anche freddi e non sono niente male 😉

Ti aspetto sulla mia pagina Facebook e sul mio profilo Instagram.

Supplì di capriolo

2 thoughts on “Supplì di capriolo

Ciao! Ti va di lasciarmi un commento per farmi sapere se ti è piaciuta?