Pici toscani fatti a mano


I pici toscani fatti a mano, sono un tipo di pasta fresca, ma senza uova; i cosiddetti fratelli poveri della pasta all’uovo.

I pici assomigliano a dei grossi spaghetti vista la loro forma allungata e tonda, sono famosissimi in Toscana e non c’è persona che non li assaggi quando si reca in questa regione.

Io li ho preparati cacio e pepe e all’aglione…fantastici.

Li ho presentati in TV anche al cacao

Ma anche con il ragù napoletano sono superlativi.

Sono ottimi da preparare per chi è intollerante alle uova, oppure per i nostri amici che seguono un’alimentazione vegana.


Ma vediamo cosa occorre per preparare

Pici toscani


INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

350 g di farina 0

1 bicchiere d’acqua

1 cucchiaio di olio extravergine d’oliva

2 g di sale


Passiamo alla preparazione della ricetta

Pasta fresca senza uova


In una ciotola versare l’acqua, l’olio e il pizzico di sale; mescolare con una forchetta.

Aggiungere piano piano la farina, continuando a girare con la forchetta; quando sarà faticoso lavorarla così, spostiamo l’impasto su una spianatoia e continuare ad impastare con le mani, anzi con il polso, fino a raggiungere una consistenza umida e compatta.

Lasciar riposare nella ciotola per 15 minuti.

Trascorsi i 15 minuti, stendere la pasta con uno spessore di mezzo cm e con un pennello ricoprirla con l’olio, per evitare che si secchi e per facilitare l’operazione successiva.

Infatti con l’aiuto di un tagliapizza tagliare delle strisce di mezzo cm.

A questo punto prendere ogni singola striscia di pasta e con il palmo della mano arrotolare la striscia per assottigliarla e arrotondare i bordi.

Mentre si esegue questa operazione, con l’altra mano reggere la striscia morbida perchè essendo molto elastica, tende ad allungarsi e ad assottigliarsi molto.

Poggiare ogni striscia finita su di un vassoio con molta farina.

Una porzione di pici è più o meno 200 g. a persona, la resa è minore rispetto alla pasta all’uovo.

E’ possibile sia congelarli in singole porzioni, che prepararli subito.

Seguimi anche sulla mia pagina Facebook e il mio profilo Instagram

Cucina Casareccia

Sono Maria Rosaria a cui piace chiacchierare soprattutto in cucina di cucina, raccontare di cibo e di come è importante prepararlo in casa per avere sempre ricette gustose e sane. Se non lo si può preparare in casa allora occorre comprare con consapevolezza e leggere l'etichetta con esattezza!

10 commenti

  1. Ciao
    Mi ha piaciuto tantisimo questa riceta. Non ho mai fatto pasta a casa; ho un dubbio: cosa fai dopo fare i pici? Devo cuoccerli nell’acqua calda? Devo lasciarli assugare?
    (Ho cercato di scrivire nella tua lingua, mi dispiace non essere capace di farlo meglio 🙁

    Verónica.

    1. Ciao Veronica dopo se vuoi puoi pesare una porzione circa 200 g. e congelarli. Se invece vuoi subito mangiarli li cuoci come pasta normale. Fai bollire l’acqua salata e li fai cuocer per soli 3/4 minuti e appena cotti li condisci con pecorino romano (formaggio grattugiato), olio extravergine, pepe e un pizzico di sale. Presto comunque troverai la ricetta sul mio blog, pazienta ancora 2 giorni. Grazie 🙂

  2. Bella spiegazione e brava hai fatto una sezione molto interessante.

    1. Ti ringrazio, sei molto gentile!!

  3. grazie e’ proprio una bella ricetta non mi era mai venuta cosi’ bene questo tipo di pasta

    1. Mi fa molto piacere e ti ringrazio per aver seguito la mia ricetta!

  4. hai spiegato benissimo. Fantastici. Proverò di sicuro a farli anche se le prime volte non verranno bene.

    1. Grazie mille mi fa molto piacere. Tranquilla andrà sempre meglio! 😉

  5. Salve ho fatto la sua ricetta ma in cottura si sono spezzati sono venuti lunghi tipo trofie vorrei sapere dove ho sbagliato il sapore era buoni ma li preferisco lunghi grazie per la risposta

    1. Salve può capitare a causa della farina. Provi a cambiare o ad aggiungere meno acqua. Mi faccia sapere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.